Foto inedite di Civita D’Antino prima e dopo il terremoto nella Marsica del 1915

Foto inedite di Civita D’Antino prima e dopo il terremoto nella Marsica del 1915

Per gentile concessione dell’Archivio Ferrante, si rendono pubbliche alcune suggestive foto e cartoline riguardanti Civita D’Antino. Queste immagini costituiscono un importantissimo documento culturale capace di far comprendere e valorizzare la storia del paese. Alcune di esse ritraggono il paese prima del terremoto, dopo un’abbondante nevicata, e con scorci chiaramente ancora riconoscibili (cfr. Piazza del Banco); mentre altre immagini raffigurano i momenti faticosi e strazianti dello sgombero delle macerie e del recupero delle vittime. Le immagini evidenziano alcuni particolari, quali l’altezza della torre medioevale prima del terremoto e la parziale distruzione della chiesa. 

Posted by redazione 09 01, 14
Continua a leggere

“La Spirale della Memoria” nell’antico centro storico di Civita d’Antino (Antica Osteria Zahrtmann)

"La Spirale della Memoria" nell'antico centro storico di Civita d'Antino (Antica Osteria Zahrtmann)

Il 4 Gennaio 2015, la camminata “La Spirale della Memoria” è arriva nel centro storico di Civita d’Antino. Luca Gianotti alle ore 18,00 presso l’Antica Osteria Zahrtmann ha raccontato la sua esperienza, ci sono state letture dal libro “Civita d’Antino” di Johannes Jørgensen, riflessioni, proiezione di immagini, una serata informale, anticonformista, per non perdere la memoria.”La Spirale della Memoria” è stata una camminata commemorativa, ma soprattutto è stata una camminata nei luoghi della memoria. Quindici giorni di cammino per rivivere emotivamente, in un percorso a spirale che conduce alla conoscenza, il terremoto della Marsica di cento anni fa.

Posted by redazione 12 24, 14
Continua a leggere

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915)

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d'Antino (1877-1915)

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915) Alla fine dell’Ottocento, sulla scia del Grand Tour, Kristian Zahrtmann si era avventurato nell’Italia meno conosciuta, in Abruzzo, giungendo in un piccolo paese sulle montagne, Civita d’Antino, che divenne la sede estiva della sua scuola d’arte. Dal rapporto di amicizia tra il maestro danese e la popolazione nacque un’intensa stagione creativa che influenzò l’arte scandinava, culminando in una mostra che si tenne presso il Kunstforeningen a Copenhagen nel 1908.

Posted by redazione 04 17, 10
Continua a leggere

Impressionisti Danesi in Abruzzo

Impressionisti Danesi in Abruzzo

A più di un secolo dall’Esposizione Internazionale del 1911 presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma a valle Giulia, in cui la Danimarca era presente con circa sessanta artisti (tra cui il grande Vilhelm Hammershøi) e più di duecento opere, la mostra “Impressionisti Danesi in Abruzzo” ha rappresentato il primo tentativo storico-critico di una rivalutazione italiana del movimento dei pittori nordici “en plein air” della seconda metà dell’Ottocento. 

Posted by redazione 03 20, 14
Continua a leggere

La storia dei Ferrante e dell’antico Palazzo

La storia dei Ferrante e dell'antico Palazzo

(di Enzo Maccallini – Lucio Losardo) La Famiglia e il palazzo Ferrante. La famiglia Ferrante dal XVI secolo, e parte importante ed ineludibile della storia politico culturale nonché economico sociale di Civita d’Antino. In questo periodo, procedente da Valmontone, arriva il capostipite della casata: Domenico Ferrante, il quale, “verso la seconda meta del 1500 abbandono Valmontone, a seguito di forti contrasti con le autorità pontificie di quel paese, e, “valicando le montagne che dividevano lo Stato Pontificio dal Regno delle Due Sicilie, si fermò prima a Rendinara e subito dopo a Civita d’Antino, dove cominciò ad acquistare dei beni. 

Posted by redazione 03 29, 14
Continua a leggere