Il raro film muto di K. Zahrtmann a Casa d’Antino, Copenhagen 1913

Grazie alla cortesia del sig. Stig Holsting, presidente dell’Associazione Cultrurale Johannes Jørgensen di Copenhagen (Johannes Jørgensen Selskabet – København) è stato possibile recuperare e disporre di una copia del film-documentario “Civita d’Antino: danske kumstnere i Italien” (Civita d’Antino: artisti danesi in Italia), realizzato all’inizio degli anni settanta dalla televisione danese DR. All’interno del film-documentario sono comprese alcune sequenze di un breve video di inizio novecento che ritraggono Kristian Zahrtmann nella sua nuova casa-atelier di Copenhagen che volle chiamare “Casa d’Antino”, per ricordare sempre quell’angolo felice d’Italia cui aveva legato la sua intensa stagione artistica e quella della sua scuola.

Nel filmato è possibile vedere il Maestro intento a dipingere, tra sculture e quadri tra i quali gli abitanti della Valle Roveto potranno facilmente riconoscere quello della Madonna della Ritornata. Nelle immagini esterne, Zahrtmann discute con un vicino di casa, si tratta forse del pittore Harald Viggo Moltke, al quale regala un arancio. Secondo l’artista danese Kirsten Murhart, era abitudine di Zahrtmann regalare sempre qualcosa nel congedarsi da chi andava a trovarlo. Anche soltanto un arancio. La “Casa d’Antino” è ubicata nella piazza dedicata al pittore Kristian Zahrtmann.

I commenti sono chiusi.