Civita d’Antino e gli Impressionisti Danesi in Abruzzo sui canali RAI

Capeggiati da Kristian Zahrtmann, che dal 1883 trovò a Civita D’Antino (Aq) la sua Arcadia, proprio in Abruzzo centinaia di pittori nordici, attratti dalla bellezza del paesaggio, decisero di infrangere le convenzioni della pittura accademica sperimentando in libertà la pittura di “impressione”Alla Prima Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia del 1895 il padiglione danese, che includeva oltre a Zahrtmann altri artisti segnati dall’esperienza italiana, fu apprezzato da Gabriele d’Annunzio per la “sincerità della pittura”. Il flusso di pittori nordici in quell’Arcadia di Val Roveto continuò ininterrotto dal 1883 (arrivo del caposcuola Zahrtmann) fino al 1915 (anno del terremoto della Marsica), che ne segnò l’inizio della fine.

Civita d’Antino – il paese dei danesi (L’Abruzzo racconta) RAI3 (Servizio di Maria Rosaria La Morgia / 2014)

Documentario mostra “Impressionisti danesi in Abruzzo” RAI 5

L’ importanza paesaggistica di Civita d’Antino e gli Impressionisti Danesi in Abruzzo nel video dell’ intervista a Marco Nocca, curatore della mostra “Impressionisti Danesi in Abruzzo”, andata in onda il 19 aprile 2014 su Rai Uno nel corso del programma Applausi condotto da Gigi Marzullo. La mostra romana, di circa cinquanta opere, è stata ideata da un comitato scientifico che include il prof. Marco Nocca (Accademia Belle Arti, Roma), il prof. James Schwarten (John CabotUniversity, Roma), il prof. Antonio Bini (esperto dei pittori danesi), e Manfredo Ferrante (curatore Archivio Ferrante).

Mostra Impressionisti Danesi in Abruzzo / Rai Uno Applausi

I commenti sono chiusi.