Accademia di Danimarca Presentazione del libro “L’italian dream di Kristian Zahrtmann” La scuola di Civita d’Antino in Abruzzo

ACCADEMIA DI DANIMARCA Roma 11 Dicembre 2009 ore 17,30 Presentazione del libro di Antonio Bini “L’ITALIAN DREAM DI KRISTIAN ZAHRTMANN” La scuola di Civita d’Antino in Abruzzo D’Abruzzo Libri – Edizioni Menabò www.acdan.it – www.dabruzzo.it – www.civitadantino.com Accademia di Danimarca Via Omero 18, Roma Il sogno italiano di Kristian Zahrtmann – L’Abruzzo di fine ‘800 interpretato dagli artisti danesi . Il libro che rilancia una storia incredibile è stato presentato presso l’Accademia di Danimarca – Roma l’11 dicembre .

 

Il terremoto che colpì l’Abruzzo, ed in particolare la Marsica, il 1915, pose fine ad una straordinaria stagione artistica, quella della scuola di Kristian Zahrtmann a Civita d’Antino, frequentata da un centinaio di pittori provenienti dalla Danimarca e da tutta la Scandinavia. Un periodo artistico noto in Danimarca, ma dimenticato in Italia. “L’Italian dream di Kristian Zahrtmann”, edito da Menabò/D’Abruzzo – intende sottrarre all’obblio questa storia incredibile, a distanza di quasi un secolo e dopo un altro terremoto che ha investito l’Abruzzo. Il libro – che sarà presentato presso l’Accademia di Danimarca in Roma il prossimo 11 dicembre, alle ore 17.30 – è stato curato da Antonio Bini, con ricerche indirizzate soprattutto sulla singolare figura del maestro danese Kristian Zahrtmann – sceso in Italia sulla scia del Grand Tour – tanto legato al paesino abruzzese da voler chiamare “Casa d’Antino” la sua casa/atelier a Copenhagen. Un rapporto intenso che emerge anche da una ventina di lettere tradotte in italiano, che giustificano ampiamente il titolo del libro. Proprio a Zahrtmann si deve l’organizzazione – nel 1908 – di una memorabile mostra – “Civita d’Antino dei pittori danesi” – tenutasi presso il Kunstforeningen di Copenhagen, nei mesi di febbraio/marzo 1908. Ben più note città italiane non possono vantare eventi artistici di egual importanza. Il recupero del catalogo è una delle curiosità contenute nel libro, come pure l’indivuazione della chiesa danese dove è esposta un’opera di Zahrtmann – la Madonna della Ritornata – inizialmente destinata ad una chiesa di Civita d’Antino. Interessante è la capacità di legare il passato ad un presente, che vede il ritorno di alcuni artisti danesi in Abruzzo, come emerge dalle testimonianze delle pittrici Kirsten Murhart ed Helle Fibiger. La presentazione sarà preceduta dal saluto del direttore dell’Accademia, dott. Erik Bach e dalle suggestioni visive proposte dall’Associazione Culture Tracks, Seguiranno gli interventi del sindaco di Civita d’Antino, Paolo Fantauzzi, di Gaetano Basti, direttore editoriale di Menabò/D’Abruzzo e dell’autore. L’evento sarà concluso da alcuni brani natalizi proposti dall’Associazione Zampogne e Ciaramelle d’Abruzzo, espressione dell’antica civiltà pastorale dell’Abruzzo, cara ai pittori danesi. * Il libro è stato selezionato da una delle più importanti librerie on-line d’arte del mondo, l’americana www.artbooks.com www.acdan.it – www.dabruzzo.it – www.civitadantino.com

I commenti sono chiusi.