Anche i luoghi simbolo di Civita d’Antino nella mostra del Touring Club “Abruzzo negato”

Anche i luoghi simbolo di Civita d'Antino nella mostra del Touring Club “Abruzzo negato” facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La mostra scaturisce dalle esperienze di visite turistico-culturali effettuate dal Club di territorio di Pescara del Touring Club Italiano (di Antonio Bini) Luoghi noti, spesso oggetto d’interventi di valorizzazione, presentati dalle guide, descritti da giornalisti e blogger e ricorrenti nella comunicazione che appaga l’orgoglio locale ma, tuttavia, difficili da visitare se non addirittura da tempo inaccessibili per i più svariati motivi. Sono tesori sottratti alla fruizione turistica, risorse che non sono diventate prodotto turistico, quindi incapaci di generare lavoro e di attivare flussi turistici, nazionali ed esteri, tanto agognati. 

Posted by Redazione 10 29, 15 No Comments
Continua a leggere

“Kristian Zahrtmann e la Scuola dei pittori scandinavi di Civita d’Antino”, Roma 14 dicembre 2015

"Kristian Zahrtmann e la Scuola dei pittori scandinavi di Civita d'Antino", Roma 14 dicembre 2015 facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

“Kristian Zahrtmann e la Scuola dei pittori scandinavi di Civita d’Antino” Incontro culturale aperto a tutti – Lunedì 14 dicembre 2015, alle 17.30 presso la sede del Sodalizio degli Abruzzesi di Roma – via Santa Costanza, 7 Roma . L’incontro sarà introdotto dal prof. Antonio Centi Colella, segretario del Sodalizio. Relatore: Prof. Antonio Bini, Dirigente del MIUR e della Regione Abruzzo. Nell’occasione sarà presentata la nuova edizione italiana – curata da D’Abruzzo-Menabò –  del racconto di Johannes Jorgensen “Civita d’Antino”, a cento anni dalla pubblicazione avvenuta in Danimarca. 

Posted by Redazione 12 03, 15 No Comments
Continua a leggere

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915)

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d'Antino (1877-1915) facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per non dimenticare Zahrtmann e i Pittori Scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915) Alla fine dell’Ottocento, sulla scia del Grand Tour, Kristian Zahrtmann si era avventurato nell’Italia meno conosciuta, in Abruzzo, giungendo in un piccolo paese sulle montagne, Civita d’Antino, che divenne la sede estiva della sua scuola d’arte. Dal rapporto di amicizia tra il maestro danese e la popolazione nacque un’intensa stagione creativa che influenzò l’arte scandinava, culminando in una mostra che si tenne presso il Kunstforeningen a Copenhagen nel 1908.

Posted by Redazione 04 17, 10 No Comments
Continua a leggere

Spirale della Memoria: la salita con le ciaspole ai piedi e la cottora con i “frascaregli”

Spirale della Memoria: la salita con le ciaspole ai piedi e la cottora con i “frascaregli” facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Articolo di Luca Gianotti (Quotidiano Il Centro del 6 gennaio 2015). Quarto giorno. La serata a Civita d’Antino dedicata alla memoria ha visto la partecipazione di molte persone, di tutte le età, ed è stata occasione per riflettere su come certe scelte si ripercuotano sulla comunità locale. Il confronto tra Canistro, dove si decise già nel 1915 di spostare il paese a valle, e Civita, dove si decise di ricostruire il paese proprio là dov’era. Queste scelte cambiano la vita delle persone. La serata si è conclusa con l’ottima cena cucinata da Stefania e Roberto dell’Antica Osteria Zahrtmann: formaggi affinati, carpaccio di baccalà, pasta alla chitarra, questa osteria è un piccolo vanto del paese, come mi conferma l’ex sindaco Paolo Fantauzzi.

Posted by Redazione 01 31, 15 No Comments
Continua a leggere

Cosa vedere a Civita d’Antino

Cosa vedere a Civita d'Antino facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sulle tracce dei pittori scandinavi. Civita d’Antino è un piccolo paese posto su un altipiano a 904 m. da cui si domina l’intera Valle Roveto. Una sorta di solitaria terrazza circondata da monti e caratterizzata da incantevoli paesaggi. Sovrasta il paese il monte Viglio (2156 m.). Di fronte i monti Simbruini. Civita d’Antino fu colpito duramente dal terremoto che si abbattè sulla Marsica il 13 gennaio 1915, provocando morte e distruzione. Molti abitanti si trasferirono a valle, altri emigrarono. Restano oggi poche decine di abitanti, in quella che fu l’antichissima Antinum, sorta prima dell’era cristiana.

Posted by Redazione 03 27, 14 No Comments
Continua a leggere