Antonio Bini e Sergio Bini “Anders Trulson è qui”

Antonio Bini e Sergio Bini "Anders Trulson è qui" facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Breve storia del pittore svedese rimasto per sempre tra le montagne abruzzesi (D’Abruzzo Libri / Edizioni Menabò) Anders Trulson è un giovane pittore svedese. affermato nel suo paese. Torna in Italia nell’estate del 1911, a Civita d’Antino, piccolo paese di montagna che alla fine dell’800 era frequentato cenacolo artistico scandinavo. Trulson, malato, continua a lavorare fino alla morte. Le ricerche della sua tomba portano a scoprire il vecchio cimitero abbandonato di Civita d’Antino, un opera assai singolare, pressoché unica nella storia dell’architettura cimiteriale.

Posted by Redazione 10 01, 11 No Comments
Continua a leggere

I resti della casa di San Lidano

I resti della casa di San Lidano facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

San Lidano, Lidano d’Antena, noto anche come San Lidano da Sezze fu un religioso ed abate benedettino italiano, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Nacque a Civita d’Antino nel 1026. Ancora oggi  una antica casa in pietra con un grande arco, viene indicata e ritenuta per tradizione come la casa del Santo. Si legge nel Cat. Sanctorum a di Phil. Ferrius Alex che il monaco si stabilì nelle selve ch’erano presso la città di Sezze. Lidano, oblato nell’ordine benedettino fin dai sette anni, alla morte dei genitori, vendette il suo ricco patrimonio a tal Rinaldo d’Antena (lo stesso, già da noi citato, che nel 1090 donò a Monte Cassino le chiese di S. Pietro in Morino e di S. Lucia in Rendinara) e riserbò parte del ricavato per la costruzione di un monastero in luogo sereno.

Posted by Redazione 04 08, 14 No Comments
Continua a leggere

Inquadrando paesaggi a Civita D’Antino 2014

Inquadrando paesaggi a Civita D’Antino 2014 facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Torna la manifestazione culturale Inquadrando paesaggi a Civita D’Antino, promossa dal Sindaco Sara Cicchinelli e da tutta l’Amministrazione comunale che quest’anno celebra la quinta edizione e che è prevista per Sabato 6 Settembre 2014 nel caratteristico borgo rovetano. La manifestazione rende omaggio a Kristian Zahrtmann e ai suoi discepoli che grazie alle loro opere hanno raccontato tramite la pittura usi, costumi e paesaggi di un tempo remoto. Arte, Musica, Pittura ed Enogastronomia sono i protagonisti di questa quinta edizione che si preannuncia con un calendario ricco di spettacoli di strada, attrazioni pittoriche e scenografiche e di degustazioni di prodotti tipici per gli amanti dell’enogastronomia.

Posted by Redazione 09 01, 14 No Comments
Continua a leggere

Il Cammino dell’Accoglienza

Il Cammino dell’Accoglienza facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Cammino dell’Accoglienza (31 Maggio, 1° – 2 Giugno 2014), rievoca i luoghi simbolo della II Guerra mondiale e della Resistenza, nonché l’altruismo delle popolazioni locali che con grande spirito di sacrificio accolsero centinaia di prigionieri alleati. Il Cammino attraversa l’intera Valle Roveto, area di confine tra Abruzzo e Lazio, incassata tra alte montagne: a destra del fiume Liri i Simbruini-Ernici, le cui cime raggiungono quote superiori ai 2.000 metri, ed a sinistra del fiume le propaggini montuose del Parco Nazionale d’Abruzzo. 

Posted by Redazione 04 10, 14 No Comments
Continua a leggere

Presentazione del libro “Lettere da Civita d’Antino” di Kristian Zahrtmann e della Collezione d’Arte Scandinava della Fondazione Pescarabruzzo

Presentazione del libro “Lettere da Civita d’Antino” di Kristian Zahrtmann e della Collezione d’Arte Scandinava della Fondazione Pescarabruzzo facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Fondazione Pescarabruzzo con il patrocinio della Reale Ambasciata di Danimarca. Il 21 settembre 2011 alle ore 18:00, a Pescara, presso la sala conferenze della prestigiosa sede della Fondazione Pescarabruzzo in Corso Umberto I, 83 è stato presentato il volume “Lettere da Civita d’Antino” di Kristian Zahrtmann a cura dell’Associazione Culture Tracks. La pubblicazione raccoglie oltre 80 lettere che l’artista scrisse da Civita, per la prima volta tradotte in italiano ed inglese, tratte da “ En mindebog. Bygget over hans egne optegnelser og breve fra og til ham” København 1919, memoriale del Maestro danese, in cui Zahrtmann racconta la sua vita, i suoi studi, la sua formazione ed il felicissimo periodo che l’artista trascorse in Abruzzo e a Civita d’Antino. 

Posted by Redazione 09 15, 11 No Comments
Continua a leggere